web counter
ads

Abuso di alcol negli uomini: danni allo sviluppo neuronale del feto

abuso-di-alcol-negli-uomini-danni-allo-sviluppo-neuronale-del-feto
 

L'abuso di alcol negli uomini che vogliono diventare padri non solo è in grado di danneggiare lo sviluppo neuronale del feto, ma addirittura potrebbe indurre nel figlio adulto lo stesso abuso del padre.  Sono questi i risultati rivoluzionari degli studi scientifici del Cnr in collaborazione con il Centro di riferimento alcologico della Regione Lazio.

Fino ad ora, era chiaro che fosse la futura madre a non dover eccedere nell'assunzione di alcol, mentre il padre si riteneva non fosse coinvolto nella futura gravidanza. Invece esperimenti effettuati su topi da laboratorio, in cui veniva somministrata nel tempo una dose di alcol equivalente a quella consumata da un umano in anni di abuso, hanno rivelato che l'alcol è in grado di indurre mutazioni nelle cellule germinali maschili (che contribuiranno per il 50% al DNA del figlio) e che può avere effetti deleteri sui discendenti. Tali cellule rischiano di essere danneggiate in modo irreparabile, causando nel futuro figlio patologie gravi o addirittura trasmettendo alla progenie lo stesso meccanismo di gratificazione che il vizio induce nel padre e portandola quindi alla possibilità, in futuro, di sviluppare una dipendenza.

Già negli anni '50 la scienziata Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina nel 1986, aveva scoperto due fattori cerebrali essenziali per la sopravvivenza e la vitalità dei neuroni, che sono stati chiamati Ngf e Bndf; sarebbero questi due fattori ad essere danneggiati dall'assunzione di alcol e a causare quindi i meccanismi fisiopatologici che portano al danno al sistema nervoso centrale nel feto.

Non è ancora chiaro come l'alcol possa incidere sulle cellule, ma gli esperti del Cnr pensano che il meccanismo possa essere diretto, con un danno al DNA e insorgenza di mutazioni, oppure indiretto, attraverso meccanismi epigenetici molto complessi che vengono anch'essi trasmessi ai figli. Gli studi si presentano difficili ma gli scienziati sono determinati a proseguire con le sperimentazioni per capire come l'alcol possa influire sul sistema nervoso; intanto, la raccomandazione ai futuri padri (e alle future madri) è di non alzare troppo il gomito.


 
 
 
 

Guarda anche


enuresi-nei-bambini-un-problema-da-curare-senza-indugi
Enuresi nei bambini: un problema da curare senza indugi

La Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) ha denunciato...

settimana-mondiale-lallattamento-al-seno-arriva-il-decalogo-del-sin
Settimana mondiale per l'allattamento al seno: arriva il...

Dal 1 al 7 ottobre prenderà il via la settimana Mondiale per l'allattamento al...