web counter
ads

Celiachia nei più piccoli: sintomi e rimedi

celiachia-nei-pi-piccoli-sintomi-e-rimedi
 

L’intolleranza permanente al glutine, ovvero la celiachia, costituisce per i bambini una delle malattie croniche più diffuse.
La celiachia è chiamata anche enteropatia glutine-sensibile. "Enteropatia" vuol dire malattia dell’intestino: si manifesta infatti quando l’intestino non è in grado di assimilare il glutine, e un’alimentazione priva di tale complesso proteico è la sola terapia adeguata a curare la celiachia e a permettere una vita in benessere e in salute.

Per stabilirne la diagnosi, sia negli adulti che nei più piccoli, risultano fondamentali gli esami ematologici per la ricerca degli anticorpi anti-gliadina (AGA), anticorpi anti-transglutaminasi (Ac anti-tTG) e anti-endomisio (EMA). 
La celiachia, essendo una malattia congenita e geneticamente definita, è presente fin dalla nascita ma generalmente i sintomi non si manifestano subito bensì nel primo anno di vita (quando vengono inseriti nell'alimentazione alimenti contenenti glutine), oppure intorno ai 2-3 anni di età. 

Una diagnosi precoce risulta fondamentale nonostante riconoscerne i sintomi non sia affatto semplice. La celiachia può infatti presentarsi sotto diverse modalità: si parla di presentazione tipica quando vi sono sintomi gastrointestinali (vomito, diarrea, arresto della crescita) che si rivelano successivamente allo svezzamento, a seguito dell'introduzione nella dieta del glutine. Si definisce presentazione atipica quando interessa i bambini più grandi e i sintomi gastrointestinali sono più lievi; possono presentarsi anemia che non risponde alla cura con ferro, astenia, progressivo calo della crescita, aumento isolato delle transaminasi.

Si parla di forma silente quando non vi sono i sintomi, ma sono manifesti gli anticorpi tipici e le stesse lesioni intestinali delle forme sintomatiche. Ed in ultimo vi è la forma potenziale, contraddistinta da positività per anticorpi e negatività della biopsia. Una diagnosi precoce è basilare per evitare o anticipare eventuali complicazioni.

Ecco i sintomi da non sottovalutare: gonfiore e dolore addominale, vomito, diarrea, costipazione, feci pallide, scarsa massa muscolare, eccessiva magrezza.

Nel caso di pazienti piccoli, per diagnosticare la presenza di celiachia è necessario effettuare una biopsia intestinale, un esame invasivo che preoccupa decisamente i genitori, ma bisogna tener presente che si effettua sempre un’anestesia locale per sedare il piccolo e il sondino per la gastroscopia è meno grande (nei bimbi molto piccoli invece si ricorre all'utilizzo di una capsula).

Dopo la diagnosi, bisogna ricorrere ad una dieta priva di glutine ma anche a specifici accorgimenti non meno rilevanti: stoviglie apposite, disposizione degli alimenti privi di glutine separati da quelli del resto della famiglia all'interno della dispensa, acquisto di prodotti certificati, comunicazione alla scuola per informare la mensa della dieta del bambino ma anche sperimentazione di ricette invitanti che rendano gustosa e diversificata l’alimentazione del piccolo celiaco.


 
 
 
 

Guarda anche


celiachia-nei-pi-piccoli-sintomi-e-rimedi
Celiachia nei più piccoli: sintomi e rimedi

L’intolleranza permanente al glutine, ovvero la celiachia, costituisce per i...

bambini-e-sonno-ecco-quanto-devono-dormire
Bambini e sonno: ecco quanto devono dormire

La gestione del sonno nei bambini spesso può essere un vero e proprio problema...