web counter
ads

Alimentazione e ciclo mestruale: quale dieta seguire durante le mestruazioni?

alimentazione-e-ciclo-mestruale-quale-dieta-seguire-durante-le-mestruazioni
 

Le mestruazioni, immancabile appuntamento mensile nella vita di ogni donna, portano una serie di sintomi e di stati d'animo che rientrano in quella che comunemente viene chiamata sindrome premestruale.
Essa coinvolge circa l'80% della popolazione femminile e si manifesta in forme diverse: c'è chi accusa forti mal di testa, chi dolori muscolari e articolari, chi ha disturbi del sonno, e chi si sente molto più ansiosa e suscettibile rispetto agli altri giorni.
Tuttavia, un elemento che accomuna tutte le donne, sia nella fase premestruale che durante le mestruazioni vere e proprie, è un aumentato senso di fame, per lo più orientato verso carboidrati e zuccheri.

Combattere la voglia di dolci e alimenti che potrebbero comportare un considerevole aumento del peso corporeo è possibile, basterà adottare dei semplici accorgimenti e dirigere la nostra attenzione verso cibi più salutari, ma altrettanto appaganti.

In questa fase del mese sarà bene affidarsi ad alimenti ricchi di magnesio e vitamina B, ideali per combattere anche quel fastidioso senso di spossatezza: sì quindi a frutta e ortaggi, importanti anche per prevenire la ritenzione idrica, frutta secca e semi oleosi, come semi di zucca, lino e girasole, ricchi in omega-3.

Per una giusta ricarica di proteine, preferire pesce azzurro e salmone, carne bianca e legumi, ricchi in selenio, ottimo alleato del buon umore. Se proprio si ha voglia di qualcosa di dolce e zuccherino, optare per un caffè-latte addolcito con cannella, o concedersi una pausa a base di frutti di stagione.

Durante l'inverno, vanno benissimo le castagne, ricche di vitamine e sali minerali e dall'alto potere saziante. Ottimo anche il cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao, il quale rappresenta un antidepressivo naturale pur contenendo una quantità minore di zuccheri rispetto al cioccolato al latte.

Nel corso delle mestruazioni si consiglia anche di bere molto, magari orientandosi verso tisane ai frutti rossi o alle erbe, e per chi soffre di dolori muscolari e gonfiore addominale, infusi di camomilla, passiflora e valeriana, dal noto potere calmante. Incrementare inoltre l'apporto di fibre, per consentire un corretto transito intestinale, e quindi sì ai carboidrati complessi integrali e cereali, come riso, avena, farro e orzo, mentre sarà da ridurre ai minimi livelli l'apporto di sale che, con la sua capacità di trattenere i liquidi, è anche una delle maggiori cause dei dolori addominali, del gonfiore e della ritenzione idrica.

Una dieta equilibrata sarà poi da accompagnarsi a una leggera e costante attività fisica: basterà anche una semplice camminata di una mezz'oretta circa per risvegliare i muscoli e sentirsi più leggere.


 
 
 
 

Guarda anche


ascoltare-musica-potenzia-l-efficacia-dei-farmaci-antidolorifici-lo-rivela-la-scienza
Ascoltare musica potenzia l'efficacia dei farmaci...

Ascoltare musica potenzia l'efficacia degli antidolorifici. Questo...

le-migliori-soluzioni-per-combattere-la-stanchezza-invernale
Le migliori soluzioni per combattere la stanchezza invernale

Cos'è la stanchezza invernale? Qualche tempo fa, sul sito del quotidiano...