web counter
ads

La reazione ai cibi cambia da persona a persona e anche fra gemelli

Le varie reazioni metaboliche del nostro organismo sono di solito molto diverse, se non uniche. Uno studio lo conferma oltre ogni ragionevole dubbio, tirando in ballo fra i propri esami persino gemelli identici. Anche loro infatti pur condividendo il medesimo codice genetico e un ambiente di provenienza simile, mostrano ognuno una risposta unica e particolare ai vari cibi.

la-reazione-ai-cibi-cambia-da-persona-a-persona-e-anche-fra-gemelli
 

Che ognuno di noi sia metabolicamente diverso è un dato di fatto intuibile. Chi non ha mai conosciuto qualcuno capace di consumare enormi quantità di cibo senza ingrassare, o al contrario persone che mettono su peso con estrema facilità per pochi sgarri nella dieta?
Non si parla però di reazioni al cibo unicamente sul profilo dell' assorbimento calorico, ma anche dei nutrienti e degli effetti che questi comportano sull'organismo. Risposte importanti in tal senso sono ad esempio il livello di insulina nel sangue o dei grassi dopo determinati pasti, che favorirebbero in misura maggiore o minore la comparsa di patologie cardiache o del diabete.
La stessa dieta, intesa come insieme di abitudini alimentari, potrebbe non sortire gli stessi effetti - nel bene e nel male - su due persone, inclusi gemelli identici. Questo infatti è quanto ufficialmente emerso da uno studio effettuato su 1100 persone in USA e Gran Bretagna. I ricercatori hanno tenuto conto nei vari rilevamenti, anche di fattori come sonno, microbioma, e dati sull'attività fisica.
Tale studio è stato condotto dal prestigioso King's College di Londra, dalla compagnia Zoe e dal Massachusetts General Hospital, con risultati molto interessanti, che hanno messo in luce ancora una volta l'unicità di ogni individuo. Non è solo dunque il DNA ad essere responsabile delle diverse risposte ai cibi da parte di ognuno di noi. Il codice genetico spiega il metabolismo del glucosio solo per il 50%, dell'insulina per il 30% e dei trigliceridi per meno del 20%. Cosa ci rende diversi dunque? Secondo i ricercatori entrano in gioco in maniera importante anche fattori ambientali e non, come stress e microbioma intestinale.


 
 
 
 

Guarda anche


una-dieta-antinfiammatoria-per-allontanare-le-malattie
Una dieta antinfiammatoria per allontanare le malattie

Le infiammazioni sono fra le maggiori responsabili di moltissime malattie,...

funghi-e-deficit-cognitivi-un-associazione-potenzialmente-vincente
Funghi e deficit cognitivi: un'associazione potenzialmente...

È stata accolta con grande entusiasmo nella comunità scientifica la notizia...