web counter
ads

Gravidanza: dieta vegetariana e vegana causano deficit di Vitamina B12

gravidanza-dieta-vegetariana-e-vegana-causano-deficit-di-vitamina-b12
 

Fortunatamente la carenza di vitamina b12 nelle donne in gravidanza è una patologia rara. Nonostante ciò negli ultimi anni il numero delle donne che sono state colpite da questa patologia è molto aumentato. Gli esperti infatti hanno lanciato l’allarme, poiché i casi nel giro di un solo anno sono addirittura triplicati. Nel 2015 le donne in gravidanza nelle quali si riscontrava carenza di vitamina b12 erano soltanto 42, per diventare 126 l’anno successivo. Tramite lo screening neonatale esteso gli esperti dell’ospedale Meyer di Firenze e quelli del Bambino Gesù di Roma hanno scoperto una delle cause di questo preoccupante incremento. 
Si tratta dello scorretto regime alimentare da parte delle madri.
Andando più nello specifico gli esperti affermano che la diete vegana e vegetariana in quei casi nei quali noi siano adeguatamente supportate, causino un deficit di questa importante vitamina.
Soltanto pochi mesi fa, la comunità dei pediatri italiani aveva consigliato di interrompere questo tipo di diete durante la maternità.

Cosa comporta la carenza di vitamina b12

Per un corretto sviluppo del sistema nervoso centrale del feto la vitamina b12 gioca un ruolo fondamentale. Non a caso il suo fabbisogno diventa maggiore durante la gravidanza. Questa vitamina si trova principalmente negli alimenti di origine animale. Per questo motivo aderire a diete vegetariane e vegane ne causano un deficit che può risultare molto pericoloso. Possono esserci dei danni neurologici nel feto, e la situazione può continuare a peggiorare dopo il parto, durante l’allattamento. Ad essere colpiti da questo deficit in Italia sono circa un neonato su 4000. Questa incidenza nel nostro paese viene solitamente riscontrato nei bimbi originari del Bangladesh, l’India ed il Pakistan, le quali famiglie seguono solitamente diete a prevalenza vegetale.

Una informazione corretta e completa

Il dottor Giancarlo la Marca dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze, presidente delle Simmesn (Società Italiana per lo studio delle Malattie Metaboliche Ereditarie e lo Screening Neonatale) ha detto la sua riguardo questa situazione. Secondo lui sia i mezzi di comunicazioni che i mezzi istituzionali dovrebbero avvisare in maniera decisa ed appropriata le madri riguardo la pericolosità di aderire ad una dieta di tipo vegetariano o vegano durante lo stato interessante. Visti i rischi che i neonati corrono, le madri dovrebbero fare uso di integratori di vitamina b12 per non rischiarne carenze. Effettuando una campagna informativa che arrivi alle future mamme si potrebbero salvare le vite di molti bambini.


 
 
 
 

Guarda anche


il-pistacchio-alleato-delle-donne-in-dolce-attesa
Il pistacchio alleato delle donne in dolce attesa

Finalmente una bella notizia: eravamo abituati a dover rinunciare ai cibi...

zucchero-in-gravidanza-bambini-a-rischio-asma-allergico
Zucchero in gravidanza? Bambini a rischio asma allergico

La gravidanza è uno dei periodi più felici della vita di una donna, ma per...