web counter
ads

Zucchero in gravidanza? Bambini a rischio asma allergico

zucchero-in-gravidanza-bambini-a-rischio-asma-allergico
 

La gravidanza è uno dei periodi più felici della vita di una donna, ma per il benessere del feto e del nascituro è necessario osservare delle precauzioni come, ad esempio, la riduzione degli zuccheri semplici. Uno studio, condotto dalla professoressa Annabelle Bédard del Queen Mary University e pubblicato sulla rivista inglese European Respiratory Journal, ha rivelato che un elevato consumo di zuccheri durante i nove mesi di gestazione può innescare un aumento del rischio di allergia e asma allergica nel neonato. 

La dottoressa Bédard, insieme alla sua equipe del Queen Mary University di Londra, ha utilizzato i dati della ricerca di coorte Avon Longitudinal Study of Parents and Children in cui sono state monitorate e seguite 9.000 coppie madre-figlio a partire dagli anni '90. Si è scoperto che vi era una forte correlazione tra consumo di glucosio da parte della mamma e allergia o asma allergica nel bambino. In particolare, i ricercatori inglesi hanno messo a confronto il 20% delle madri che avevano mangiato più zuccheri con il 20% delle donne che ne avevano consumato di meno. Dal raffronto è emerso un rischio allergia aumentato del 38% nella prole e un pericolo asma allergica del +101%. Al contrario, sembra che non ci sia alcun legame tra l’asma nei figli di 7 anni e assunzione di zuccheri in gravidanza. Nessuna associazione anche con febbre da fieno o eczema della pelle.

Il team dell’Università londinese ha provato a spiegare quali sono i meccanismi alla base del rapporto zuccheri-allergie. Tra le diverse ipotesi, quello più accreditata porta a ritenere che un’assunzione eccessiva di fruttosio provochi una risposta immunitaria allergica post-natale che a sua volta scatena un’infiammazione, sempre di natura allergica, nel polmone in crescita. Le osservazioni dello studio sono importanti, ma non determinanti per stabilire senz'ombra di dubbio che ci sia un legame diretto. Tuttavia, considerando che in Occidente l'assunzione di zuccheri è davvero molto elevata, i ricercatori hanno intenzione di approfondire il tema. Lo scopo è capire se è possibile prevenire l’asma allergica e l’allergia nei bambini appena nati riducendo le quantità di glucosio consumate dalla madre nel periodo di gestazione. 
In attesa di nuovi riscontri, la raccomandazione dei medici alle donne in gravidanza è di consumare piccole quantità di zucchero.


 
 
 
 

Guarda anche


prevenire-il-parto-prematuro-potrebbe-essere-una-questione-di-centimetri
Prevenire il parto prematuro: potrebbe essere una questione...

Durante il Simposio "Nascita Pretermine: prevenzione e...

l-abuso-di-alcol-produce-danni-ancora-prima-del-concepimento
L'abuso di alcol produce danni ancora prima del concepimento

Come noto, il periodo che precede la nascita del neonato è una fase in cui...