web counter
ads

Sclerosi multipla: tempestività per personalizzare le cure

sclerosi-multipla-tempestivita-per-personalizzare-le-cure
 
Il congresso svoltosi di recente a Londra, l'European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis, ha apportato importanti novità nel campo medico e scientifico, la più importante delle quali riguarda la cura della sclerosi multipla. Stando a quanto riportano varie testate europee specializzate in medicina, al convegno è stato dichiarato che, grazie allo sviluppo delle ricerche, a breve sarà possibile trattare la sclerosi multipla con un più ampio spettro di farmaci. Già oggi sul mercato farmacologico europeo sono immessi diversi principi attivi utili non solo a rallentare la progressione della patologia, ma persino a combatterne l'evoluzione. Tuttavia, come ben si sa nel campo medico, la tempestività è fondamentale. Il motivo principale risiede nel fatto che, trattando l'evolversi della malattia con velocità, si potrà anche utilizzare una medicina "personalizzata". Questo perché esistono diverse forme di sclerosi multipla. Alcune forme richiedono uno specifico trattamento. Altre forme devono essere diagnosticate con rapidità prima di venir trattate. Anche l'evoluzione della malattia nel tempo è personalizzata e varia da individuo a individuo. Tutti questi elementi richiedono la necessità di una cura personalizzata, che dev'essere approvata da un medico dopo l'opportuna diagnosi. Inoltre, la maggior parte dei farmaci immessi sul mercato con lo scopo di combattere la sclerosi multipla è molto più efficace durante la prima fase della malattia, mentre perde di efficacia con il progredire della stessa. La tempestività, quindi, gioca qui un ruolo fondamentale: prima s'inizieranno le cure, minori saranno i danni al sistema nervoso centrale. Se solo qualche anno fa la diagnosi della sclerosi multipla era una vera e propria condanna, oggigiorno non è più così. Come ha mostrato il convegno medico tenutosi a Londra, i vari farmaci possono migliorare in modo considerevole la qualità della vita dei pazienti. Durante il convegno è stato evidenziato come il tempo abbia un ruolo fondamentale nell'evoluzione della sclerosi multipla. D'altro canto, sono state "riammesse" nel mercato farmacologico europeo anche alcune sostanze farmacologiche scartate precedentemente, come la cladribina. Questa molecola, in passato vietata per via di alcune ipotesi scientifiche, rivelatesi poi false, è stata revisionata grazie a vari controlli di sicurezza svolti su di essa. La cladribina potrebbe tornare in commercio già nel giro di qualche anno e sarà utilizzata prevalentemente per contrastare gli effetti negativi del sistema immunitario sulla mielina. Sono già in corso ricerche sul problema e si spera che, tra qualche anno, si riuscirà a brevettare una cura definitiva per la sclerosi multipla.
 
 
 
 

Guarda anche


tetano-l-importanza-del-vaccino
Tetano: l'importanza del vaccino

Il tetano è una malattia che non è mai stata del tutto debellata. Sebbene...

cancro-al-seno-nuovi-test-positivi-sul-vaccino
Cancro al seno: nuovi test positivi sul vaccino

In ambito immunofarmacologico da qualche tempo si parla molto del vaccino...