web counter
ads

Tetano: l'importanza del vaccino

tetano-l-importanza-del-vaccino
 

Il tetano è una malattia che non è mai stata del tutto debellata. Sebbene le cronache dei quotidiani non ne rendano quasi mai conto, ogni anno in Italia muoiono circa venti persone a causa di questa malattia infettiva.
Di solito le persone che muoiono di tetano sono donne che hanno più di 55 anni. Il motivo dell'incidenza maggiore del tetano sulla popolazione femminile di quell'età è dovuto al fatto che la vaccinazione antitetanica è stata resa obbligatoria per i nuovi nati solo nel 1963. Un'alta percentuale dei maschi nati prima di quella data è stata invece vaccinata perché la somministrazione dell'antitetanica era obbligatoria ai militari fin dal 1938. Inoltre la legge del 1963 aveva disposto l'obbligo di vaccinazione per tutte quelle categorie di lavoratori (in prevalenza di sesso maschile) che svolgevano le mansioni in ambienti in cui si correva maggiormente il rischio di contrarre la malattia.

Il fatto che il tetano colpisca soprattutto gli anziani ha reso eccezionale il recente caso di un bambino non vaccinato che ha contratto questa malattia a Oristano. La notizia ha fatto scalpore perché in un primo momento, quando ancora non c'era alcun segno della malattia, i medici hanno proposto ai genitori del paziente di fare una profilassi antitetanica per precauzione. I genitori hanno rifiutato e così il bacillo ha potuto proliferare nel corpo del malato. Solo a distanza di tempo, quando il bambino ha subito una paralisi temporanea del viso, si è capita la gravità della situazione. Era da trent'anni che il tetano non colpiva un bambino in Italia.

Il tetano, a differenza del morbillo, non è una malattia trasmissibile da persona a persona. Questa malattia infettiva non contagiosa è provocata da una tossina prodotta dal Clostridium tetani, un batterio che si annida nel tratto gastroenterico di equini, ovini e altri mammiferi. Le spore vengono espulse dagli animali attraverso le feci e da quel momento possono entrare in contatto con l'uomo. I tagli procurati maneggiando gli attrezzi agricoli sono uno dei modi principali di contrarre il tetano. Il batterio può trovarsi anche nella polvere e nell'acqua, rendendo così potenzialmente infettabile qualsiasi ferita, soprattutto se provocata da materiale arrugginito.

Il fatto che il tetano non venga trasmesso da individuo a individuo fa sì che non si verifichi il meccanismo dell'immunità di gregge. Quando una malattia infettiva viene trasmessa da persona a persona, le molte persone vaccinate proteggono i pochi individui non vaccinati perché la possibilità di entrare in contatto con la malattia è ridotta al minimo. Nel caso del tetano il batterio raggiunge l'organismo dall'ambiente esterno, quindi un'elevata immunizzazione della comunità non ha alcun ruolo nel mettere al riparo dalla malattia chi non è vaccinato.


 
 
 
 

Guarda anche


parkinson-l-attivit-fisica-pu-rallentare-la-progressione-della-malattia
Parkinson: l'attività fisica può rallentare la...

Il 25 novembre è stata la Giornata Mondiale dedicata al Morbo di Parkinson....

tetano-l-importanza-del-vaccino
Tetano: l'importanza del vaccino

Il tetano è una malattia che non è mai stata del tutto debellata. Sebbene...