web counter
ads

La ginnastica posturale come possibile rimedio di oltre 200 tipi mal di testa

la-ginnastica-posturale-possibile-rimedio-di-oltre-200-tipi-mal-di-testa
 
Cefalee ed emicranie sono le forme di malessere più diffuse nel mondo, colpendo all'incirca due miliardi e mezzo di persone che ne soffrono abitualmente. La maggior incidenza si registra nel sesso femminile, con un rapporto di cinque a uno rispetto agli uomini, e la frequenza con cui compaiono induce ad un abuso farmacologico che, a lungo termine, anziché risolvere il problema lo cronicizza perché instaura una sorte di "resistenza" al principio attivo. Tra le sostanze farmacologiche più spesso utilizzate per ovviare ad emicranie intense e debilitanti, sono annoverati i betabloccanti, gli ansiolitici, gli antidepressivi e gli antiepilettici, che non solo non risolvono il problema ma lo tamponano solo temporaneamente, eliminando il sintomo, ma non la causa. Con il loro utilizzo continuativo e frequente, per giunta, questi farmaci possono portare anche tutta una serie di effetti collaterali abbastanza importanti.

Un valido aiuto alternativo e salutare potrebbe essere la ginnastica posturale, tramite la quale avviene un rilassamento muscolare che apporta beneficio soprattutto alle cefalee muscolo-tensive, originate da contratture che si ripercuotono sui muscoli di spalle e collo, innescando un meccanismo che aumenta la pressione cranica, provocando emicranie molto forti.

Il primo passo che conduce ad un miglioramento dei mal di testa, è la consapevolezza di una respirazione sapiente che la ginnastica posturale induce, aumentando la capacità polmonare e rilasciando sostanze ad effetto analgesico ed eccitante, prodotte dal cervello e chiamate endorfine. I mal di testa non sono solo di origine contratturale ma spesso legati ad una certa familiarità o ad una predisposizione genetica. A dispetto di quello che può sembrare, l'emicrania non è affatto un disturbo da sottovalutare tant'è che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha organizzato una campagna contro le cefalee, perché classificate al settimo posto tra le malattie più debilitanti, soprattutto nelle donne tra i 15 e i 44 anni, affiancate da metastasi ossee, coliche renali ed infarti. L'emicrania risulta essere, tra le 200 tipologie esistenti, la forma di mal di testa più diffusa, con una sintomatologia così intensa da indurre il soggetto che ne soffre ad isolarsi da rumori e luce, nel tentativo di ridurre gli stimoli che possono accentuarne il dolore. Di emicranie ne soffre circa il 12% della popolazione mondiale, mentre il 20,77% soffre di cefalea muscolo-tensiva, adolescenti inclusi. L'emicrania può comparire con o senza aura, sintomatologia prodromica che precede il dolore acuto. Gli uomini, invece, sembrerebbero essere colpiti in ugual misura alle donne dalla cefalea primaria di tipo tensivo, mentre esclusiva del sesso forte è la cefalea a grappolo, definita anche cefalea del suicidio, seguita da quelle secondarie a stati psicologici particolari causati da lutti, traumi, separazioni o tumori.
 
 
 
 

Guarda anche


cefalea-ecco-l-iniezione-miracolosa
Cefalea: ecco l'iniezione miracolosa

Quante volte abbiamo detto a qualcuno di lasciarci in pace in quanto affetti da...

spondilite-anchilosante-ecco-come-riconoscerla
Spondilite anchilosante, ecco come riconoscerla

Molto spesso, quando si accusa un dolore alla schiena, lo si associa a qualche...