web counter
ads

Mal di schiena: un nemico giornaliero che può essere messo al tappeto

mal-di-schiena-nemico-giornaliero-che-pu-essere-messo-al-tappeto
 
Il mal di schiena è tra i dolori che più frequentemente tormentano le persone, indipendentemente dallo stile di vita. Non è soltanto un movimento brusco a provocare un’infiammazione ai muscoli della schiena, ma anche una postura scorretta. È per questo che esistono piccoli, ma importanti escamotage per contrastare il problema. Si potrebbe agire in maniera mirata consultando un fisioterapista. Dei massaggi eseguiti con l’esperienza di braccia qualificate sono un efficace aiuto, soprattutto se il dolore rischia di compromettere lo svolgimento della giornata. Un’alternativa al massaggio fisioterapico è lo yoga. Lo yoga prevede molte posizioni ("āsana") che giovano all'elasticità e al rilassamento della colonna vertebrale. Volto oltretutto al recupero della calma interiore, yoga permette il controllo delle tensioni evitando di scaricarle sulla fascia muscolare. Molti vedono nei farmaci la via più immediata al sollievo. I comuni medicinali possono fornire una tregua dal dolore, ma spesso provocare antipatici problemi agli organi dell’apparato digerente. Questo è evitabile sostituendo al farmaco un rimedio erboristico. Molte piante hanno proprietà anti-infiammatorie, come la radice di zenzero (da bollire in acqua e filtrarne il liquido da bere), l’arnica (in capsule e come pomata), il salice bianco (nella corteccia contiene salicina, con proprietà analgesiche), il sambuco (i cui fiori essiccati servono per la preparazione di tisane benefiche), oppure anche l’olio di lavanda con cui effettuare massaggi. "Prevenire è meglio che curare", ecco allora degli accorgimenti per prevenire il dolore alla schiena. Innanzitutto evitare di mantenere una posizione per troppo tempo, anche se ritenuta corretta. Allo stesso modo astenersi dai movimenti troppo rapidi. In ufficio, seduti alla scrivania, è bene posizionare il bacino verso il fondo della seduta e appoggiarsi così allo schienale. Se si devono sollevare dei pesi, partire da un piegamento delle ginocchia, non della schiena. In questo modo, rialzandosi, si sforzano i robusti quadricipiti e non i dorsali. Un ruolo lenitivo per il mal di schiena è svolto dallo stretching. Esso prevede pose e semplici esercizi di distensione muscolare da ripetere in serie. Sono efficaci grazie alla cooperazione dei muscoli con la respirazione, insistendo sulla decompressione della colonna vertebrale. Un semplice esempio è sdraiarsi supini a terra e portare, con l’aiuto delle braccia, le ginocchia al petto e restare per 20 secondi nella posizione. Un altro esercizio è sedersi su una sedia, le gambe leggermente divaricate, e piegare, espirando, il busto in avanti, cercando di toccare le caviglie con le mani. Nel ritornare alla posizione di partenza, inspirare. Le terapie e i metodi di prevenzioni sono numerosi e ognuno può scegliere i più soddisfacenti per sé, ma resta appurato che il mal di schiena può essere combattuto, evitando che intacchi il corso della giornata.
 
 
 
 

Guarda anche


sciatica-e-lombalgia-la-chiave-e-combattere-la-sedentarieta
Sciatica e lombalgia: la chiave è combattere la...

Con sciatica ci si riferisce ad un dolore circoscritto nella regione lombare...

artrosi-al-ginocchio-casi-in-aumento-del-10
Artrosi al ginocchio, casi in aumento del 10%

L'artrosi al ginocchio è un problema che colpisce sempre di più. Un disturbo...