web counter
ads

Onicomicosi: che cos'è e come curarla

onicomicosi-che-cos-curarla
 
Che cos'è l’onicomicosi Definita più semplicemente micosi dell’unghia, la famigerata onicomicosi è una di quelle malattie fungine che non solo può colpire una sola unghia, ma può irrimediabilmente espandersi alle altre. La malattia provoca la distruzione completa dell’elemento colpito perché anche se inizia apparentemente con una macchiolina giallastra insignificante, si estende rapidamente a tutta la zona, causando il rialzo del letto dell’unghia. La patologia risulta essere molto dolorosa ed in più, in soggetti che hanno le difese immunitarie basse, si può diffondere anche in altri parti del corpo che inevitabilmente prendono infezione. Naturalmente, è meglio non prendere sottogamba il problema e conviene agire immediatamente con cure adeguate e con trattamenti specifici. Come si presentano i sintomi dell’onicomicosi La patologia può colpire sia le unghie delle mani che quelle dei piedi e si presenta con un rialzo anomalo dell’unghia che diventa più gialla delle altre. Si notano formazioni e rialzi anormali come se l’unghia si fosse ispessita e poi se non si adottano pratiche idonee, l’unghia tende allo sbriciolamento e si avverte un cattivo odore proveniente dalla parte malata e dolorante. Quasi in tutti i casi, l’unghia si solleva dalla sua naturale ubicazione. Quali sono i fattori scatenanti dell’onicomicosi Come annoverato in precedenza, l'onicomicosi è causata da un fungo appartenente alla famiglia dei dermatofiti che infetta l’unghia e crea la dolorosa ed antiestetica malattia. La micosi dell’unghia, non sempre interessa l’intera zona, ma si può presentare in maniere totalmente diverse. E’ possibile che si infetti la zona della radice o quella delle lamine dell’unghia e quando la patologia interessa l’alluce, i funghi si vanno a depositare sotto l’unghia, con minuscole abrasioni che causano lo sbriciolamento di tutta la zona interessata. Quali sono i fattori di rischio Bisogna doverosamente dire, che soggetti affetti da diabete o AIDS hanno una predisposizione che favorisce l’onicomicosi, ma anche l’uso scorretto di alcune calzature e la frequentazioni di luoghi infetti, influiscono tantissimo sul contagio. Innanzitutto è meglio calzare scarpe comode e traspiranti che favoriscono il deflusso dell’aria durante il cammino. E’ anche importante, non effettuare docce a piedi scalzi in luoghi non sicuri come le piscine comunali, le palestre e generalmente in tutti quei luoghi dove diverse persone camminano a piedi scalzi. Quali sono i rimedi della farmacopea tradizionale Ai primissimi sintomi di onicomicosi, è bene rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia che, se valuterà che l’infezione non è ancora arrivata ad uno stadio troppo intenso, procederà alla prescrizione di antimicotici. Se la patologia è già in uno stato avanzato, allora si può effettuare un trattamento laser dopo aver trattato la zona ammalata con un acido apposito. Naturalmente, anche se l’unghia malata si risana, è necessario osservare regole di scrupolosa pulizia e usare prodotti anti micotici ad uso topico, per prevenire la riformazione di altri funghi. Rimedi naturali contro l’onicomicosi Per prima cosa è di basilare importanza avere un’igiene perfetta dei piedi per impedire che i funghi possano attaccare l’unghia e per tenere lontane le eventuali ricadute della patologia. Il bicarbonato e l’aceto sono elementi fondamentali da usare nell’acqua del pediluvio perché sono disinfettanti ed inibiscono la proliferazione dei funghi. Inoltre, un competente erborista può consigliarvi dei prodotti omeopatici che possono far regredire la malattia oltre a tenerla lontana. L’Antimonium crudum 5 CH e Silicea 9 CH assunto nella dose di 3 o 4 granuli di mattina e di sera per almeno 10 giorni, sono ottimi rimedi omeopatici per curare la micosi dell’unghia.
 
 
 
 

Guarda anche


sciatica-e-lombalgia-la-chiave-e-combattere-la-sedentarieta
Sciatica e lombalgia: la chiave è combattere la...

Con sciatica ci si riferisce ad un dolore circoscritto nella regione lombare...

artrosi-al-ginocchio-casi-in-aumento-del-10
Artrosi al ginocchio, casi in aumento del 10%

L'artrosi al ginocchio è un problema che colpisce sempre di più. Un disturbo...