web counter
ads

Coronavirus: sembra colpa dei serpenti

coronavirus-sembra-colpa-dei-serpenti
 

I ricercatori cinesi hanno condotto uno studio secondo cui il nuovo coronavirus sarebbe stato portato dai serpenti venduti al mercato della città di Wuhan. Molti scienziati, però, hanno diversi dubbi in merito.

Lo studio è stato pubblicato il 22 gennaio e mostra come il coronavirus potrebbe essere stato trasmesso dai serpenti e sarebbe nato da una ricombinazione con il coronavirus dei pipistrelli con un altro di origine ancora ignota. I passaggi sono pipistrello-serpente-uomo, senza ovviamente tralasciare che poi lo stesso virus si trasmette anche da uomo a uomo. Tuttavia altri scienziati mettono in dubbio quanto illustrato da questo studio, con delle considerazioni spiegate sulla rivista "Nature".

I primi contagiati erano frequentatori del mercato di Wuhan, il "Huanan Seafood Wholesale Market", dove vengono venduti frutti di mare, pesci e animali di vario genere (ricci, serpenti, pipistrelli, rane, ecc.). Questa situazione ha spinto l'OMS a pensare che l'epidemia possa essere partita proprio attraverso il contatto con le specie animali presenti nel mercato.

Una volta tratta questa conclusione, i ricercatori hanno subito iniziato a lavorare per capire quale fosse l'animale responsabile della trasmissione del virus all'uomo. Comparando la sequenza di RNA del coronavirus dei contagiati con quelle di altre 276 tipologie di coronavirus da animali in tutto il mondo, si è visto come questo virus somigli a quello che scatenò la SARS e che i serpenti sembrano i "serbatoi" maggiori.
Secondo gli scienziati è avvenuta una "trasmissione cross-specie". Il patogeno è passato da una specie ad un'altra modificandosi e stabilizzandosi nel nuovo ospite.

Alcuni ricercatori, però, mostrano dubbi in merito alla trasmissione del coronavirus tra serpenti ed esseri umani perché non esistono prove scientifiche che dimostrino questo. Secondo loro è difficile che il coronavirus di un mammifero (pipistrello) abbia infettato un altro animale secondario e non mammifero (serpente) tanto a lungo da adattarsi e modificarsi alla nuova specie.

Anche altri scienziati ipotizzano che il coronavirus arrivi dai mammiferi. Il lavoro sul campo richiede ulteriori studi approfonditi e analisi specifiche per fornire informazioni più precise sull'origine del nuovo coronavirus


 
 
 
 

Guarda anche


fallito-il-test-per-un-nuovo-vaccino-contro-l-hiv
Fallito il test per un nuovo vaccino contro l'HIV

Il test relativo all'efficacia di un nuovo vaccino contro l'HIV è risultato...

emofilia-trattato-il-primo-paziente-in-italia-con-la-nuova-terapia-genica
Emofilia, trattato il primo paziente in Italia con la nuova...

I ricercatori del Policlinico di Milano hanno sviluppato un trattamento...