web counter
ads

Alimentazione, attenzione ai bambini

alimentazione-attenzione-ai-bambini
 

Una corretta alimentazione è importante fin dalla tenera età, ma un'indagine condotta dai pediatri rivela che spesso sono proprio i più piccoli ad avere carenze nutrizionali dovute alla cattiva alimentazione, ecco un quadro della situazione.


Le carenze alimentari dei bambini italiani



L'indagine rivela che oltre il 46% dei bambini mangia male in quanto non assume tutti i nutrienti che sarebbero necessari per un corretto sviluppo e per avere l'energia necessaria ad affrontare le sfide quotidiane. Di questi oltre il 22% ha una dieta carente e il 24,5% ha un'alimentazione del tutto squilibrata. Attenzione, questo non vuol dire che i bambini mangiano poco, ma che mangiano alimenti dannosi per il loro organismo. 
Tra coloro che mangiano male la percentuale più alta è rappresentata dai bambini che hanno oltre 10 anni. Ciò probabilmente è dovuto al fatto che in questo periodo iniziano ad acquisire una maggiore autonomia dai genitori che non riescono a controllare i loro pasti. La percentuale più bassa tra coloro che mangiano male è tra i 0 e i 3 anni, proprio perché in questo periodo vi è una maggiore attenzione e controllo da parte dei genitori.


Consigli per un'alimentazione giusta



L'alimentazione giusta per i bambini deve prevedere molta frutta e verdura in modo da dare il giusto apporto di sali minerali e vitamine necessari per una crescita corretta e sana. Non devono inoltre mancare i legumi in grado di fornire proteine sane, rispetto a quelle di origine animale. Il problema è dato dal fatto che proprio questi alimenti presenti nella dieta mediterranea sono spesso rifiutati dai più piccoli. Nella dieta dei bambini italiani invece sono eccessivamente presenti proteine, grassi e zuccheri, cioè nutrienti tipici dell'alimentazione da fast food. Questi sono anche responsabili dell'obesità e del sovrappeso che caratterizza molti bambini.


L'importanza delle vitamine del gruppo B



Nella maggior parte dei casi le abitudini scorrette riflettono il comportamento degli adulti presenti in casa. I pediatri sottolineano che con l'arrivo dell'estate è bene porre maggiore attenzione all'alimentazione e dare ai bambini frutta con la buccia per consentire il giusto apporto di fibre. Particolare attenzione deve essere posta alle vitamine del gruppo B che contribuiscono al rinnovamento della pelle e la rendono maggiormente reattiva nelle esposizioni prolungate al sole. Nei casi più gravi di carenze è possibile utilizzare degli integratori alimentari, ma questi non dovrebbero essere la regola ma un'eccezione. Inoltre i pediatri consigliano alle madri di fare particolare attenzione all'apporto di vitamina B già prima della gravidanza per evitare malformazioni congenite e quindi di assumere folati in via preventiva.


 
 
 
 

Guarda anche


uno-sport-per-ogni-eta-i-consigli-della-sip
Uno sport per ogni età, i consigli della SIP

Lo sport è una pratica fondamentale per la crescita dei bambini....

sindrome-del-bambino-scosso-pericolosit-e-possibili-conseguenze
Sindrome del bambino scosso: pericolosità e possibili...

Non si parla ancora sufficientemente della "Shaken Baby Syndrome" (SBS) ovvero...