web counter
ads

Rischio soffocamento nei bambini: consigli del Ministero sulla scelta dei cibi

rischio-soffocamento-nei-bambini-consigli-del-ministero-sulla-scelta-dei-cibi
 

Alcuni cibi e oggetti hanno da sempre rappresentato un vero e proprio pericolo per i bambini con età inferiore ai 4 anni e, la maggior parte delle volte, sono le principali cause di incidenti molto gravi dovuti al soffocamento. Si parla spesso di cibi piccoli e tondi come caramelle, uva, pezzetti di carne, noci, prosciutto crudo e wurstel, ma anche di oggetti che presentano una forma cilindrica o che sono consoni alle vie aeree dei bambini più piccoli che vanno ad aderire perfettamente alle mucose. Vediamo quali sono i consigli e le raccomandazioni dettate dal Ministero della Salute a genitori ed educatori sulla scelta dei cibi.

Bambini e rischio di soffocamento, cosa sapere per prevenire

Il soffocamento resta oggigiorno una delle principali cause di morte per i bambini in età pediatrica. Ogni anno solamente in Europa decedono 500 bambini con età inferiore ai 4 anni, e in Italia arriva a mille il numero degli incidenti dovuti al soffocamento dei bambini costretti al ricovero in ospedale, mentre raggiungono gli 80 mila i casi che non necessitano di intervento medico. Il cibo è il principale nemico e per tal motivo il Ministero della salute, grazie all'esperto lavoro eseguito dalla (DGISAN) Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione, è voluto intervenire dando consigli e raccomandazioni utili ad informare genitori ed educatori.

Secondo gli esperti, i cibi che maggiormente causano gravi incidenti di soffocamento sono quelli di piccole dimensioni come noccioline e semi, che possono giungere per intero nelle vie aeree, sia quelli di dimensioni più grandi, spesso difficili da masticare. Di rilevante pericolosità sono i cibi che presentano una forma rotondeggiante come ciliegie, uva, pomodorini, oppure forma cilindrica quali carote e wurstel, possono bloccare le vie aeree. Da non sottovalutare sono anche gli alimenti fibrosi e massicci con i quali i bambini trovano difficoltà nel masticare per la loro dentatura. 

Il consiglio e le raccomandazioni rivolte alle famiglie e agli educatori non è quello di evitare completamente questi alimenti, ma renderli quanto più sicuri possibile così da ridurre al minimo il rischio di soffocamento. E’ molto importante sminuzzare gli alimenti in piccoli pezzi, separare in quarti gli alimenti tondi e preparare listarelle per i cibi di forma cilindrica. Altro consiglio è quello di abolire tutte le nervature e i filamenti presenti nei cibi che vanno ad impedire la masticazione, e di cuocere i cibi finché non diventano più morbidi. Gli alimenti che invece si presentano appiccicosi, si devono spalmare in piani sottili su una fetta di pane, e quindi, non imboccarli in grosse quantità.


 
 
 
 

Guarda anche


la-casa-a-misura-di-bambino-i-consigli-degli-esperti
La casa a misura di bambino: i consigli degli esperti

Arriva una guida per la casa sicura a prova di bambino piccolo. È disponibile...

proteggere-la-vista-dei-pi-piccoli-in-estate-come-scegliere-gli-occhiali-da-sole
Proteggere la vista dei più piccoli in estate: come...

Tra mare, sabbia e raggi UVA che raggiungono la loro massima intensità, in...