web counter
ads

Sogni d'oro per i bambini: le dieci regole

sogni-d-oro-per-i-bambini-le-dieci-regole
 

Gli adulti hanno bisogno di un sonno ristoratore per allontanare stress e malattie. A maggior ragione è importante per i bambini che sviluppano le capacità cognitive in modo corretto solo attraverso le giuste ore di riposo

I genitori non hanno vita facile quando si tratta di far addormentare i figli, ma seguendo alcuni suggerimenti possono regalare loro sogni dolcissimi. Il problema "sonno" non è sottovalutato dai medici dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù che ricordano come l’insonnia o il sonno a intermittenza affligga tra il 10 e il 30% dei bambini. In età prescolare hanno frequenti disturbi del sonno a causa dei risvegli multipli notturni e degli incubi (normali durante lo sviluppo cognitivo), mentre in età scolare e durante l’adolescenza possono soffrire anche di sonnambulismo.
Ecco le dieci regole d’oro stilate dai pediatri e pubblicate dalla rivista A scuola di salute

Il primo consiglio dei pediatri è definire orari e metodi da osservare con rigore e costanza. La regolarità è fondamentale soprattutto nei neonati. Secondo i medici, infatti, mamma e papà devono far addormentare il bambino direttamente nella sua camera evitando di farlo appisolare nel letto e portarlo successivamente in culla. Bisogna creare un ambiente silenzioso e poco illuminato in modo da evitare interferenze notturne. Se il piccolo si rifiuta di dormire da solo, non va accontentato lasciando che rimanga sveglio. È meglio avvicinarsi al letto e leggergli una favola. Se ancora non si addormenta, la mamma deve uscire dalla stanza, rimanere nei paraggi e rassicurare il bimbo con il suono della voce in modo da allontanare le paure. 

La mancanza di sonno è collegata spesso a timori inconsci. Una concessione, quali la copertina o il gioco preferito, può essere d’aiuto per il potere rassicurante dell'oggetto, ma i genitori non devono correre dal figlio che chiama di notte senza un vero motivo. Va tranquillizzato a distanza. Andare a consolarlo non farà altro che confermare la fondatezza del suo stato d’ansia. In generale, bisogna adottare un determinato stile di vita improntato alla serenità ambientale. 

I pediatri del Bambin Gesù invitano a non sottovalutare l’assenza di sonno quando è in correlazione con apnee ostruttive e russamento. Un bambino su dieci ne è colpito. Le cause possono essere diverse: ingrossamento di tonsille e adenoidi, malformazioni cranio-facciali, obesità e malattie neuromuscolari. I medici consigliano di prenotare una visita specialistica quando il russare è accompagnato da respirazione affannosa, pause di apnea, sudorazione eccessiva e quando il piccolo ha il sonno molto agitato arrivando a bagnare il letto nonostante abbia raggiunto la continenza urinaria da 6 mesi.


 
 
 
 

Guarda anche


la-casa-a-misura-di-bambino-i-consigli-degli-esperti
La casa a misura di bambino: i consigli degli esperti

Arriva una guida per la casa sicura a prova di bambino piccolo. È disponibile...

proteggere-la-vista-dei-pi-piccoli-in-estate-come-scegliere-gli-occhiali-da-sole
Proteggere la vista dei più piccoli in estate: come...

Tra mare, sabbia e raggi UVA che raggiungono la loro massima intensità, in...