web counter
ads

Falsi miti sul vaccino antinfluenzale

L'influenza ogni anno colpisce e causa più di 600 mila morti. Per evitare questo i medici consigliano di prevenire l'insorgere della malattia con il vaccino antinfluenzale ma per via di molti falsi miti la loro raccomandazione non viene seguita da tutti i pazienti.

falsi-miti-sul-vaccino-antinfluenzale
 

L'influenza, come tutti gli anni, non tarda mai ad arrivare, soprattutto nei periodi più freddi come autunno ed inverno. Per cercare di prevenire questa malattia è bene prendere delle precauzioni e una di esse è il vaccino antinfluenzale.
Si tratta di una soluzione che non comporta alcun tipo di rischio per il paziente ed inoltre la spesa da sostenere è davvero irrisoria. Il vaccino è fondamentale per gli adulti sopra i 65 anni, per i bambinidonne incinte e pazienti con particolari malattie croniche. Come consiglia il ministero occorre effettuare il vaccino almeno qualche settimana prima dell'insorgere del freddo e i periodi più indicati sono tra la metà di ottobre e la fine del mese di dicembre.

Molti falsi miti però portano i pazienti a scegliere di non vaccinarsi, in quanto credono che l'influenza non sia una malattia grave ma che possa passare da sola senza compromettere altri organi. Nella maggior parte dei casi, l'influenza non causa conseguenze gravi sulla salute dei pazienti, ma a volte però potrebbe portare all'insorgere della polmonite. Il vaccino viene inoltre considerato inutile in quanto i pazienti potrebbero, anche dopo averlo effettuato, prendere l'influenza. Questo deriva dal fatto che la malattia virale è facilmente mutabile e fa perdere velocemente l'efficacia dei vaccini.

Molte persone sono spesso portate a pensare che il vaccino provochi l'influenza ma anche tale considerazione è solo un altro falso mito. E' normale e potrebbe accadere che una volta iniettato l'agente infettivo, vi sia qualche effetto collaterale come reazioni locali e indolenzimento, ma non porta all'aumento della temperatura corporea.
I vaccini proprio per questi motivi sono in grado di salvare la vita alla maggior parte delle persone e le percentuali di riscontrare l'influenza scendono del 50% dopo averlo fatto.


 
 
 
 

Guarda anche


come-prevenire-l-antibiotico-resistenza
Come prevenire l’antibiotico resistenza

L'antibiotico resistenza, in poche parole, è l'incremento di batteri che...

celiachia-combatterla-ora-e-possibile
Celiachia, combatterla ora è possibile.

La celiachia è una malattia autoimmune attraverso la quale il sistema...