web counter
ads

Scoperto un nuovo ceppo virale della HIV

scoperto-un-nuovo-ceppo-virale-della-hiv
 

I virus sono organismi soggetti a continui mutamenti ed evoluzioni. Quello della HIV, quindi, non fa eccezione. La scoperta di un nuovo terribile ceppo ci ricorda che non va abbassata la guardia su questa malattia.

Il nuovo virus è stato identificato dai ricercatori degli "Abbott Laboratories" e dell'Università del Missouri presso Kansas City. Il profilo è stato poi tracciato dettagliatamente sul "Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes".

La nuova scoperta avviene dopo 19 anni dall'ultima volta. Il nome scientifico del nuovo ceppo è "CG-0018a-01". Il sequenziamento del genoma aggiunge il sottotipo "L" nel gruppo "hiv-1M". Più che una scoperta, questa è una conferma dato che gli scienziati nel 1983 e nel 1990 erano entrati in contatto con due pazienti del Congo con una linea di HIV diversa da quelle conosciute in quel momento. Ovviamente per dare un'ufficialità riguardo all'esistenza di un ceppo diverso e nuovo (conosciuto anche come sottotipo) era necessaria la presenza di almeno un altro caso verificato.

Attraverso le analisi di un campione ematico del 2001, proveniente sempre dal Congo, gli esperti sono riusciti ad isolare il genoma, sequenziandolo interamente e finendo per confermare le analogie con quello riscontrato nei due casi precedenti, andando a definire quindi l'esistenza effettiva di un nuovo sottotipo.

Gli scienziati non hanno ancora capito se un'infezione di questo sottotipo risulti differente a livello evolutivo della malattia. In altre parole, non è chiaro se questo virus agisce in modo diverso. Ovviamente però i medici dicono di non lasciarsi prendere dal panico, essendo questo virus anomalo e poco diffuso. Inoltre, le terapie con antiretrovirali sembrano essere efficaci anche contro il nuovo ceppo.

Ciò su cui questa scoperta deve porre l'attenzione, invece, è quanto sia importante monitorare l'evoluzione del virus HIV ed agire con la prevenzione per tentare di porre fine alla sua diffusione. Ad oggi diagnosi preventive permettono a pazienti sieropositivi di vivere una vita normale seguendo opportune terapie e sottoponendosi a controlli costanti.


 
 
 
 

Guarda anche


scoperto-un-nuovo-ceppo-virale-della-hiv
Scoperto un nuovo ceppo virale della HIV

I virus sono organismi soggetti a continui mutamenti ed evoluzioni. Quello...

parkinson-uno-studio-italiano-trova-le-molecole-che-possono-rallentare-la-malattia
Parkinson, uno studio italiano trova le molecole che...

Uno studio italiano ha individuato le molecole che possono rallentare la...