web counter
ads

Certificato medico non agonistico: non serve per gli sport leggeri

certificato-medico-non-agonistico-non-serve-per-gli-sport-leggeri
 
La Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) ha fatto chiarezza sulle attività fisiche che richiedono obbligatoriamente il certificato medico non agonistico, con una circolare che ha ottenuto anche l'approvazione del Ministero della Salute. Nella circolare si precisa che tutti gli sport che non richiedono un notevole sforzo fisico sono esonerati dalla richiesta, da parte degli organizzatori, di certificato. Golf, bridge, scacchi, curling, dama, bocce e biliardo sportivo non richiederanno più una visita medica preliminare all'iscrizione. Anche i tesserati non agonisti di tutte le attività di tiro (tiro con l'arco, tiro a segno, tiro a volo e dinamico sportivo) non necessitano di certificazione sanitaria. Rimangono invece tenuti alla presentazione di certificato i tesserati che praticano volo di tiro veloce e coloro che si dedicano alla pesca d'altura, insieme a quelli che svolgono attività sportive regolamentate. L'obbligo scatta nel momento in cui avviene l'iscrizione alle attività organizzate dal CONI o da qualunque altra associazione sportiva affiliata alle Federazioni o enti sportivi situate sull'intero territorio nazionale. Rimane ovviamente valido l'obbligo di farsi rilasciare il certificato di sana e robusta costituzione per gli sport praticati nelle scuole. È comunque consigliabile in ogni caso una visita preliminare dal proprio medico di famiglia. Coloro che sono ancora tenuti a presentare il certificato potranno rivolgersi al proprio medico di base o al pediatra (per i più piccoli), o in alternativa farsi visitare dai medici della Federazione medico sportiva italiana del CONI. Prima del rilascio verranno effettuati alcuni accertamenti, come l'anamnesi, l'elettrocardiogramma a riposo e la misurazione della pressione. Una volta redatto, il certificato ha un anno di validità. Occorre precisare che, sebbene chi pratica sport a livello amatoriale sia esonerato dalla presentazione, molte palestre continuano a richiedere la certificazione unitamente all'iscrizione, soprattutto per problemi assicurativi.
 
 
 
 

Guarda anche


l-ultima-scalata-di-simon-guatier
L'ultima scalata di Simon Guatier

La morte del giovane francese ha suscitato grande scalpore. Simon durante una...

certificato-medico-non-agonistico-non-serve-per-gli-sport-leggeri
Certificato medico non agonistico: non serve per gli sport...

La Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) ha fatto chiarezza sulle...