web counter
ads

Scrocchiare le dita è dannoso?

scrocchiare-le-dita-dannoso
 
Avete sempre avuto il dubbio se scrocchiarsi le dita faccia bene o male alle vostre articolazioni? La risposta è nessuna delle due. Recentemente (nel 2011) un team internazionale dell'Università di Alberta (Canada) ha studiato il fenomeno che sta alla base del classico "croc" che si sente quando ci si scrocchia le dita o una qualsiasi altra articolazione. Dopo un'accurata risonanza magnetica si è capito che cosa accade e si è data una risposta ad un dubbio che assillava gli scienziati da oltre settant'anni. All'interno delle nostre articolazioni è presente il liquido sinoviale che ha il duplice compito di nutrire e lubrificare le giunzioni. Quando muoviamo le dita, la pressione su questo liquido aumenta e vengono rilasciati gas come diossido di carbonio e idrogeno che si raccolgono in bolle che poi si rompono emettendo lo schiocco che tutti conosciamo. Si formano quindi altre bolle molto più piccole che, prima di riunirsi, impiegano circa una ventina di minuti. Per questo motivo una volta scrocchiate le dita per un po' di tempo non è più possibile ripetere l'operazione con lo stesso suono. Lo stesso discorso vale anche per le altre articolazioni come ad esempio caviglie, polsi, gomiti, spalle e collo. Gli esperti hanno ritenuto molto utile il risultato di questo particolare studio in quanto potrà fornire in futuro risposte importanti per altri studi che verranno effettuati sulle articolazioni del corpo, in particolar modo sulla colonna vertebrale. Potranno finalmente arrivare dati interessanti per capire il motivo per cui le articolazioni diventano, ad esempio, artritiche. Capire quando iniziano i problemi articolari prima ancora che i sintomi si facciano evidenti permetterebbe ai medici di intervenire in anticipo evitando che lievi problemi di tendini, ossa e cartilagine possano aggravarsi. Un tempo si pensava che scrocchiare le dita potesse comunque avere delle implicazioni negative nei casi di artrite o deformità degli arti. Ora si è invece scoperto che non c'è nessun legame tra questa abitudine e le alterazioni della cartilagine (artrosi) o l'infiammazione della stessa (artrite). Ci sono però degli studiosi che ritengono che a lungo andare questa abitudine possa provocare gonfiore e indolenzimento delle mani. In alcuni casi anche perdita di forza nella presa. Si tratta comunque di teorie non ancora confermate. L'unica accortezza è quella di non provocarsi forzatamente uno scrocchio. Un movimento innaturale potrebbe infatti causare l'infiammazione dell'articolazione. Quel che è certo oggi è che scrocchiarsi le dita non faccia nè bene nè male. Il sistema delle articolazioni non pare risentire di questa abitudine. Se nonostante questo volete abbandonare questa abitudine il consiglio è quello di tenere spesso occupate le mani, magari giocherellando con una penna, oppure, quando sentite il bisogno impellente di scrocchiarvi le dita tenete sempre con voi un po' di crema nutriente per le mani da spalmare. La vostra pelle ringrazierà.
 
 
 
 

Guarda anche


l-ultima-scalata-di-simon-guatier
L'ultima scalata di Simon Guatier

La morte del giovane francese ha suscitato grande scalpore. Simon durante una...

certificato-medico-non-agonistico-non-serve-per-gli-sport-leggeri
Certificato medico non agonistico: non serve per gli sport...

La Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) ha fatto chiarezza sulle...